Accedi
HARDGREEN SRL
carrello
Accedi
News | 31 Luglio 2018
Inquinare meno, risparmiare di più: i 10 comandamenti per guidare green
Autore Staff

Prevista dalla direttiva europea 1999/94/CEE, la Guida sul risparmio di carburanti e sulle emissioni di anidride carbonica delle autovetture 2013 è stata redatta dai ministeri dello Sviluppo economico, dell’Ambiente e delle Infrastrutture e trasporti per ridurre gli sprechi di carburante e le emissioni di gas nocivi nell’ambiente.


Ecco il decalogo suggerito dai ministeri che ogni automobilista dovrebbe seguire per una guida davvero green:
1. Accelerare con gradualità
2. Inserire appena possibile la marcia superiore
3. Mantenere una velocità moderata e uniforme
4. Guidare in modo attento e morbido evitando brusche frenate e cambi di marcia inutili
5. Decelerare gradualmente rilasciando il pedale dell’acceleratore e tenendo la marcia innestata
6. Spegnere il motore quando si può, ma solo a veicolo fermo
7. Mantenere la pressione degli pneumatici entro i valori raccomandati
8. Rimuovere porta-sci o portapacchi subito dopo l’uso e trasportare nel bagagliaio solo gli oggetti indispensabili mantenendo il veicolo, per quanto possibile, nel proprio stato originale
9. Utilizzare i dispositivi elettrici solo per il tempo necessario
10. Limitare l’uso del climatizzatore, responsabile di un aumento dei consumi fino al 25%

La Guida, inoltre, cataloga le automobili secondo l'impatto che hanno sull'ambiente con una graduatoria dei modelli che emettono meno anidride carbonica, divisi per alimentazione a benzina o a gasolio: tra le vetture ibride a benzina spiccano la Toyota Prius Plug-in (49 gr di anidride carbonica per km percorso), la Yaris Hybrid (79) e l'Auris Hsd (84). Tra le ibride a gasolio al primo posto c’è la Volvo V60 Plug In Hybrid (48 g/km di CO2), seguita da Renault Clio (83) e Twingo (85) equipaggiate con il 1.5 dCi. La Kia Picanto è la meno inquinante delle auto a Gpl e a benzina, mentre la Fiat Panda è la migliore per benzina e metano.