Accedi
HARDGREEN SRL
carrello
Accedi
News | 13 Maggio 2019
Gommisti fuorilegge e pneumatici sgonfi

Gommisti fuorilegge e pneumatici sgonfi – Piemonte, Marche, Toscana, Lazio, Umbria e Puglia sotto controllo

 

In Italia oltre la metà degli automobilisti (52%) circola con i pneumatici sottogonfiati mettendo a rischio la sicurezza stradale. Non solo, il problema dei pneumatici non idonei, usurati e danneggiati è legato inevitabilmente all’inadeguatezza della rete del nostro Paese: un quarto dei gommisti controllati dalla polizia stradale risulta non essere a norma. Su 749 controlli effettuati in tutta la penisola, le forze dell’ordine hanno elevato 280 sanzioni con 35 denunce all’autorità giudiziaria e 63 sequestri. Dati allarmanti quelli che sono emersi durante la conferenza stampa di presentazione della sedicesima edizione di Vacanze Sicure, la campagna di sensibilizzazione degli automobilisti sulla sicurezza stradale attraverso il controllo dei pneumatici promossa da Assogomma e polizia stradale che quest’anno coinvolgerà cinque compartimenti e ben sei regioni: Piemonte, Marche, Toscana, Lazio, Umbria e Puglia.
I controlli avranno come oggetto l’usura del battistrada, omologazione, corrispondenza delle misure montate rispetto a quanto riportato in carta di circolazione, eventuale presenza di danneggiamenti visibili ad occhio nudo come tagli, abrasioni che potrebbero essere, insieme al sotto gonfiaggio, l’anticamera di un cedimento strutturale improvviso del pneumatico.

Nel corso degli anni il Servizio Polizia Stradale ha controllato lo stato delle gomme di oltre 100.000 veicoli, riscontrando sempre elevate percentuali di veicoli non in regola. Dai controlli emerge che oltre il 52% degli automobilisti viaggia con pneumatici sottogonfiati e questo può provocare, oltre ad un comportamento alterato del mezzo, un cedimento strutturale dovuto al surriscaldamento, soprattutto con le alte temperature estive.

(da pneusnews.it)